YOGA E LOMBALGIA

Chi non ha mai avuto male in fondo alla schiena almeno una volta nella vita?

Purtroppo c’è chi ne è afflitto regolarmente ed in maniera cronica e deve convivere quotidianamente con questo disturbo che arreca non pochi disagi ed è spesso invalidante. La colonna vertebrale è composta da 33 vertebre collegate da articolazioni, legamenti e separate dai dischi invertebrali, che hanno la funzione di ammortizzare le sollecitazioni. Quando però l’armonia tra queste componenti si altera, ecco che si presentano i dolori lombari, che possono essere acuti o diventare cronici. Diversamente, il mal di schiena si può anche presentare successivamente ad un trauma (rileggete ad esempio questo articolo).

Lo yoga è una disciplina che attraverso la sua pratica ci consente di correggere le abitudini scorrette che possono far insorgere il mal di schiena. Oggi giorno si stanno facendo molti studi per validare scientificamente i benefici derivanti dallo yoga.

Ad esempio ci sembra interessante lo studio condotto a San Diego e pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine il quale ha coinvolto una platea di pazienti particolarmente scettica circa la possibilità di un benessere lombare attraverso la pratica dello yoga, i militari, categoria particolarmente a rischio per gli stress fisici e psicologici a cui sono sottoposti nel quotidiano. 150 veterani, sofferenti di lombalgia cronica, sono stati quindi sottoposti a un programma trimestrale di Hatha Yoga da un’ora a sessione per due sessioni a settimana, con valutazioni estese fino ad un arco di sei mesi. Gli esiti sono stati valutati in modo soddisfacente sia dagli operatori che dai pazienti, tanto nel recupero di funzionalità fisiche quanto nell’alleviamento del dolore, sia nel breve che nel lungo periodo osservato. Per alcuni si è verificata la possibilità di riduzione della terapia antalgica.

Un altro dato importante che emerge da questo studio, e che ci preme sottolineare, è che la pratica dello Yoga, come delle altre discipline che potete conoscere nel nostro centro, affinché sia efficace, deve sempre essere accompagnata dall’interazione delle figure professionali deputate all’analisi e alla diagnosi del disturbo e quelle che accompagnano il movimento e il fitness.

Vi lasciamo con un esercizio utile per distendere la zona lombare.

Markatasana

Sdraiatevi sul pavimento in posizione supina, portate le braccia aperte in fuori, allineate alle spalle. Espirando ruotate il bacino e le gambe da un lato facendo attenzione a non sollevare la spalla opposta al lato dove si ruota, avvicinate una gamba all’addome formando un angolo di 90°, mantenete l’altra sempre con un angolo di 90° appoggiata al pavimento. Con una mano aiutatevi ad aumentare il grado di torsione ed infine ruotate la nuca sul lato opposto al bacino. Questa torsione avrà degli effetti benefici sulla zona lombare in quanto la distende e al contempo stimola gli organi dell’addome. Mantenete l’esercizio per 5 lunghi e profondi respiri; al fine di ottenere il massimo rilassamento ripetetelo dall’altra parte.